Bambini a rischio ipertermia in auto: come ridurre i rischi secondo il Ministero della Salute

Notizia pubblicata il 17 giugno 2017 - 9:00

Quando fa tanto caldo i primi a soffrire sono i bambini più piccoli. La loro ridotta superficie corporea, infatti, li rende più esposti al rischio di ipertermia – un eccessivo aumento della temperatura basale – e disidratazione con conseguenze gravissime.
L’abitacolo delle nostre auto è senza dubbio il luogo in cui i nostri piccoli soffrono di più il caldo. Infatti, quando la temperatura esterna è intorno ai 22°C, può surriscaldarsi fino a superare i 40°C. Se fa molto caldo, la temperatura all’interno di un’auto può salire addirittura di 10°C ogni 15 minuti.

In alcuni casi sono i genitori a lasciare il proprio bimbo in macchina, spesso addormentato sul seggiolino, per sbrigare le proprie commissioni. In altri sono i bambini che entrano nell’abitacolo dell’auto e chiudono accidentalmente le portiere senza che i genitori se ne accorgano. Nei casi più gravi il genitore sembra, addirittura, non avere percezione della presenza del figlio in auto con sé – i recenti fatti di cronaca ne sono un esempio.

Il Ministero della Salute ha dunque stilato una lista di regole volte a prevenire che tutto questo possa accadere nuovamente.
1. Se vedi un bambino solo in macchina chiama immediatamente il 112 (numero unico europeo per le emergenze) o il 113.
2. Se trasporti sul sedile posteriore della tua auto un bambino, lascia i tuoi oggetti personali sul sedile posteriore, vicino al piccolo, e, viceversa, quelli del bambino (pannolini, borse e biberon) sul sedile anteriore, in modo che ti ricordino della sua presenza.
3. Quando accompagni il bambino al nido o all’asilo aggiungi sul programma dell’agenda del tuo computer o del telefonino un “promemoria”.
4. Ogni volta che si verifica un cambiamento di programma nel riprendere o nell’accompagnare il bambino, comunicalo ad una persona di fiducia.
5. Chiedi alla persona che si prende normalmente cura del bambino (ad esempio la responsabile dell’asilo o del nido o la babysitter) di avvertirti se il bambino non è stato accompagnato all’asilo o al nido, come di solito accade.
6. Installa un dispositivo di allerta, sonoro o luminoso, che si attiva quando spegni il motore e ti allontani senza prendere con te il piccolo.
7. Quando in macchina non c’è nessuno, chiudi le portiere e il bagagliaio posteriore e tieni le chiavi lontano dalla portata dei bambini.

Giada Gatti

Tags: , , , , , , ,

Commenta la notizia