Campo di concentramento ad Ellera: una storia dimenticata rivive grazie al Premio Riccardo Romani

Notizia pubblicata il 18 maggio 2017 - 12:42

la vecchia fornace – archivio privato Luca Pregolini

In epoca fascista anche in Umbria, tra il 1942 e il 1943, furono organizzati campi di concentramento per i prigionieri di guerra.
Si tratta di storie quasi dimenticate, una delle quali verrà riportata alla luce sabato durante lo svolgimento del Premio Riccardo Romani per lo studio della Storia.
L’iniziativa, giunta alla quarta edizione, è dedicata a Riccardo Romani, giovane studioso strappato agli affetti dei suoi cari da una grave malattia tre anni fa.

L’episodio riguarda il campo di lavoro che fu allestito nei pressi della Stazione di Ellera di Corciano in cui venivano sfruttati internati civili dell’allora Jugoslavia nei lavori di collegamento ferroviario alla centrale di Pietrafitta. Circa duecento prigionieri erano alloggiati in due capannoni situati in un’area dove oggi si trova il golf club. La sede del comando era situata nei locali vicino alla ex fornace, struttura ancora esistente.
Lo studio si basa su un volume edito dall’Isuc e scritto da Dino Renato Nardelli e Luca Pregolini e sulle interviste a testimoni diretti svolte dagli alunni di due quarte classi del liceo Scientifico Alessi di Perugia.

La giornata terminerà sabato sera al teatro della filarmonica di Corciano con il concentro della tribute band dei Led Zeppelin Heartbreakers. Il ricavato della serata sarà devoluto all’associazione Emergency.

Questo il programma della giornata

9.00 – Ricordo di Riccardo. Saluti e presentazione del tema e dei protagonisti della mattinata. Intervengono Cristian Betti, sindaco di Corciano; prof.ssa Francesca Volpi, Dirigente Scolastica del Liceo Scientifico Alessi di Perugia; prof. Dino Nardelli, direttore dell’Istituto per la Storia Contemporanea; prof. Walter Toppetti, responsabile del progetto.

9.30 – Coffee break

10.00 – Presentazione dei risultati del lavoro di ricerca documentaria svolta dagli studenti nel corso dell’anno: Il contesto storico-politico, criticità e contraddizioni delle ambizioni imperialiste dell’Italia fascista nei Balcani.

10.30 – Presentazione del video documentario Sulle tracce di una storia dimenticata realizzato dagli studenti attraverso interviste locali ai testimoni dell’epoca.

11.00 – Recital dai Campi: lettura di alcuni passaggi tratti dalle lettere scritte dagli internati nei campi di lavoro, accompagnate da musica.

11.30 – Intervento di Brunetta Bellucci, rappresentante di Emergency
L’evento si chiuderà con la consegna, da parte dei familiari di Riccardo, di un contributo in denaro per l’organizzazione di attività di approfondimento in ambito storico che coinvolgeranno gli studenti nel prossimo anno scolastico, affidato al Dirigente Scolastico Francesca Volpi.

Alle ore 21 si terrà lo spettacolo musicale degli Heartbreakers – Led Zeppelin Tribute, dedicato a Riccardo.

Tags: , , , , , , ,

2 Commenti a Campo di concentramento ad Ellera: una storia dimenticata rivive grazie al Premio Riccardo Romani

  1. 19 maggio 2017 at 18:55

    Dove si può trovare il libro? grazie

  2. 18 maggio 2017 at 13:45

    Dove era di preciso !

Commenta la notizia