Agenti della Polizia Locale in cattedra insegnano le regole della strada agli allievi dell’Istituto Bonfigli

Notizia pubblicata il 7 aprile 2017 - 16:31

Si sono appena conclusi gli incontri tra gli agenti della polizia locale, guidati dal Comandante Marco Maccari e gli alunni della Scuola secondaria di primo Grado dell’ Istituto Comprensivo “Benedetto Bonfigli” di Corciano, guidata dal dirigente scolastico Daniele Gambacorta. Come ogni anno, sottolineano dalla scuola, lodevole lo sforzo messo in campo dagli agenti che per un mese intero sono diventati ‘agenti-docenti’, sedendosi seduti sulle 22 cattedre distribuite nelle tre sedi dell’Istituto, per svolgere nel modo migliore le lezioni di educazione stradale, durante le ore di educazione fisica.

Nel ruolo di osservatori attenti, i ‘professori di ginnastica’ Saverio Salinaro, Matteo Agabitini e Ireneo Adamo, quest’ ultimo coordinatore del progetto. Grazie all’esperienza maturata negli anni, gli ormai esperti ‘agenti-docenti” hanno saputo trasmettere agli alunni le regole fondamentali ed il comportamento corretto da tenere sulla strada. Il programma concordato – evidenziano ancora gli insegnanti del Bonfigli – scaturisce dall’ottima intesa tra scuola e comando di polizia municipale ed è costruito a misura di alunno, calibrato cioè sulle diverse età. Le prime sono state inviate a prendere coscienza dei cartelli e del comportamento più corretto da tenere in strada, sia da parte del pedone che degli stessi automobilisti.

Gli incontri hanno visto l’alternanza della lezione frontale e della vera e propria esercitazione lungo le strade del territorio, nella quale i ragazzi si sono esercitati ad attraversare correttamente sulle strisce pedonali. Tra i motivi di stupore – in senso negativo – la constatazione dello scarso rispetto da parte di alcuni automobilisti, disinvolti nel parcheggiare l’auto sulle strisce, ostacolando, di fatto, i passeggini ed i disabili in carrozzina. Cavalcando l’entusiasmo ed il senso di giustizia, la proposta avanzata dagli allievi è stata quella di farsi carico di avvisare il Comando della polizia locale dei comportamenti scorretti, così da far scattare le opportune sanzioni. La bicicletta e l’uso corretto della stessa è stato l’argomento trattato nelle classi seconde, unitamente all’indicazione di come comportarsi in prossimità degli incroci e di consigli pratici sui dispositivi utili alla sicurezza, oltre ad una panoramica sulla cartellonistica presente sulle piste ciclabili che ci sono nel Comune.

Si è invece parlato di legalità nelle classi terze, dove gli agenti hanno spiegato rischi e sanzioni sul piano amministrativo, penale e civile alle quali va incontro chi viene trovato alla guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti. In classe è stato anche portato l’etilometro e gli alunni ne hanno potuto vedere il funzionamento. “Giunti al termine del percorso – sottolinea il coordinatore del progetto prof. Adamo, riportando anche il pensiero del dirigente scolastico – è doveroso ringraziare il comandante della polizia comunale che ogni anno si rende disponibile per questi incontri che sono il frutto di una collaborazione duratura e della giusta sinergia tra scuola ed amministrazione comunale. Queste stesse sinergie sono utili alla comunità tutta, rendendo consapevoli gli alunni che frequentano la Bonfigli dei pericoli della strada e del senso civico alla base della comunicazione agli organi di polizia di qualsiasi fatto anomalo possa avvenire per la strada”.

Tags: , , , ,

Commenta la notizia